Le Palme

Le Palme

Le Palme

Le Palme

FDA_Le_Palme_Family_Village_ristrutturazione_camping_08small

Le Palme Family Village - Il primo villaggio a "zero metri" dal mare

I nuovi bungalow de Le Palme Family Village fanno parte di un intervento più ampio di riqualificazione  e rappresentano il primo passo che porterà, nell’arco di 5 anni, verso la totale trasformazione di un tradizionale campeggio della riviera laziale in villaggio vacanze. Ci  troviamo lungo il tracciato dell’appia nuova e sud di Terracina, a poche centinaia di metri dal centro storico basso della città. L’area è di grande valore archeologico e paesaggistico, ed è caratterizzata da un’eccezionale vista su Terracina verso nord e sul golfo di Sperlonga verso sud; quando le giornate sono limpide è possibile scorgere le isole pontine all’orizzonte. L’obiettivo della committenza è quello di recuperare l’intera area, convertire il campeggio in villaggio turistico dedicato alle famiglie e ai bambini, dotare la struttura di nuovi e più efficienti servizi (ristorante, piscina, area wellness, baby park) e di affiancare ai bungalow in muratura moderne case mobili dotate di tutti i confort, andando a sostituire le vecchie e costipate piazzole per tende e roulotte. Un’area esclusiva sarà destinata al Glamping.

I nuovi bungalow de Le Palme Family Village fanno parte di un intervento più ampio di riqualificazione  e rappresentano il primo passo che porterà, nell’arco di 5 anni, verso la totale trasformazione di un tradizionale campeggio della riviera laziale in villaggio vacanze. Ci  troviamo lungo il tracciato dell’appia nuova e sud di Terracina, a poche centinaia di metri dal centro storico basso della città. L’area è di grande valore archeologico e paesaggistico, ed è caratterizzata da un’eccezionale vista su Terracina verso nord e sul golfo di Sperlonga verso sud; quando le giornate sono limpide è possibile scorgere le isole pontine all’orizzonte. L’obiettivo della committenza è quello di recuperare l’intera area, convertire il campeggio in villaggio turistico dedicato alle famiglie e ai bambini, dotare la struttura di nuovi e più efficienti servizi (ristorante, piscina, area wellness, baby park) e di affiancare ai bungalow in muratura moderne case mobili dotate di tutti i confort, andando a sostituire le vecchie e costipate piazzole per tende e roulotte. Un’area esclusiva sarà destinata al Glamping.

I nuovi bungalow de Le Palme Family Village fanno parte di un intervento più ampio di riqualificazione  e rappresentano il primo passo che porterà, nell’arco di 5 anni, verso la totale trasformazione di un tradizionale campeggio della riviera laziale in villaggio vacanze. Ci  troviamo lungo il tracciato dell’appia nuova e sud di Terracina, a poche centinaia di metri dal centro storico basso della città. L’area è di grande valore archeologico e paesaggistico, ed è caratterizzata da un’eccezionale vista su Terracina verso nord e sul golfo di Sperlonga verso sud; quando le giornate sono limpide è possibile scorgere le isole pontine all’orizzonte. L’obiettivo della committenza è quello di recuperare l’intera area, convertire il campeggio in villaggio turistico dedicato alle famiglie e ai bambini, dotare la struttura di nuovi e più efficienti servizi (ristorante, piscina, area wellness, baby park) e di affiancare ai bungalow in muratura moderne case mobili dotate di tutti i confort, andando a sostituire le vecchie e costipate piazzole per tende e roulotte. Un’area esclusiva sarà destinata al Glamping.

Le Palme Family Village - il primo villaggio a "zero metri" dal mare

I nuovi bungalow de Le Palme Family Village fanno parte di un intervento più ampio di riqualificazione  e rappresentano il primo passo che porterà, nell’arco di 5 anni, verso la totale trasformazione di un tradizionale campeggio della riviera laziale in villaggio vacanze. Ci  troviamo lungo il tracciato dell’appia nuova e sud di Terracina, a poche centinaia di metri dal centro storico basso della città. L’area è di grande valore archeologico e paesaggistico, ed è caratterizzata da un’eccezionale vista su Terracina verso nord e sul golfo di Sperlonga verso sud; quando le giornate sono limpide è possibile scorgere le isole pontine all’orizzonte. L’obiettivo della committenza è quello di recuperare l’intera area, convertire il campeggio in villaggio turistico dedicato alle famiglie e ai bambini, dotare la struttura di nuovi e più efficienti servizi (ristorante, piscina, area wellness, baby park) e di affiancare ai bungalow in muratura moderne case mobili dotate di tutti i confort, andando a sostituire le vecchie e costipate piazzole per tende e roulotte. Un’area esclusiva sarà destinata al Glamping.

FDA_Le_Palme_Family_Village_ristrutturazione_camping_Terracina

Lo stato di fatto presenta un serie di mini appartamenti posizionati in fila, senza alcun tipo di qualità architettonica ne relazione con il contesto esterno: finestre minute, spazi piuttosto angusti e male organizzati, fanno sembrare gli ambienti più piccoli di quello che in realtà sono. La strategia di progetto mira a risolvere le difficoltà funzionali ed ergonomiche, a collegare gli spazi interni con il verde esterno e ha lo scopo di dotare le nuove residenze di una coerenza formale e percettiva attraverso un’idea chiara e perfettamente riconoscibile. Il progetto andrà a rappresentare infine la trasposizione di una nuova strategia commerciale.

Le necessità del turismo di breve-medio periodo richiedono alloggi in grado di garantire lo stesso comfort di un’abitazione stabile, anche se con dimensioni inferiori (in media 40 mq di superficie di pavimento). Ogni bungalow è costituito da un’area living, che se risulta ben separata dalla zona notte per garantire la privacy di chi riposa, trova invece una chiara continuità con gli spazi esterni attraverso le ampie finestrature, che fanno anche da ingresso.

Nelle camere una lunga mensola rivestita in ceramica di Vietri fa sia da comodino che da testiera per i letti. Questi ultimi, dotati di ruote, possono essere spostati a piacimento su tutta la lunghezza della mensola, consentendo di trasformare facilmente la camera da matrimoniale a doppia.

Negli ambienti dominano i toni naturali del legno e il bianco opaco di soffitti e pareti, mentre i rivestimenti delle docce e della cucina presentano la stessa finitura in ceramica delle testate dei letti.

All’esterno il giardino arredato è protetto dal sole grazie ad un pergolato leggero in legno smaltato di bianco e ombreggianti in tessuto. Il pavimento è in continuità con quello dell’interno, ma interrotto da porzioni di prato. Le scelte progettuali evidenziano le qualità del contesto in cui l’abitazione è immersa: Il verde, il mare, l’orizzonte formano un tutt’uno con la casa.

Lo stato di fatto presenta un serie di mini appartamenti posizionati in fila, senza alcun tipo di qualità architettonica ne relazione con il contesto esterno: finestre minute, spazi piuttosto angusti e male organizzati, fanno sembrare gli ambienti più piccoli di quello che in realtà sono. La strategia di progetto mira a risolvere le difficoltà funzionali ed ergonomiche, a collegare gli spazi interni con il verde esterno e ha lo scopo di dotare le nuove residenze di una coerenza formale e percettiva attraverso un’idea chiara e perfettamente riconoscibile. Il progetto andrà a rappresentare infine la trasposizione di una nuova strategia commerciale.

Le necessità del turismo di breve-medio periodo richiedono alloggi in grado di garantire lo stesso comfort di un’abitazione stabile, anche se con dimensioni inferiori (in media 40 mq di superficie di pavimento). Ogni bungalow è costituito da un’area living, che se risulta ben separata dalla zona notte per garantire la privacy di chi riposa, trova invece una chiara continuità con gli spazi esterni attraverso le ampie finestrature, che fanno anche da ingresso.

Nelle camere una lunga mensola rivestita in ceramica di Vietri fa sia da comodino che da testiera per i letti. Questi ultimi, dotati di ruote, possono essere spostati a piacimento su tutta la lunghezza della mensola, consentendo di trasformare facilmente la camera da matrimoniale a doppia.

Negli ambienti dominano i toni naturali del legno e il bianco opaco di soffitti e pareti, mentre i rivestimenti delle docce e della cucina presentano la stessa finitura in ceramica delle testate dei letti.

All’esterno il giardino arredato è protetto dal sole grazie ad un pergolato leggero in legno smaltato di bianco e ombreggianti in tessuto. Il pavimento è in continuità con quello dell’interno, ma interrotto da porzioni di prato. Le scelte progettuali evidenziano le qualità del contesto in cui l’abitazione è immersa: Il verde, il mare, l’orizzonte formano un tutt’uno con la casa.

DATI TECNICI

Pavimento in gres porcellanato effetto legno Panaria Cross Wood, serie Buff - Ceramiche realizzate a mano di Arcea Ceramiche Vietresi - Sanitari Globo e Simas - Rubinetteria Paffoni - Cucina e tavolino pieghevole Ikea - Divano e tessuti di Maison du Monde -  Letti realizzati su disegno e materassi Dorelan.

 

DATI TECNICI

Pavimento in gres porcellanato effetto legno Panaria Cross Wood, serie Buff - Ceramiche realizzate a mano di Arcea Ceramiche Vietresi - Sanitari Globo e Simas - Rubinetteria Paffoni - Cucina e tavolino pieghevole Ikea - Divano e tessuti di Maison du Monde -  Letti realizzati su disegno e materassi Dorelan.

 

Terracina LT

 2016 - in corso

progetto: Alessio Fiorini e Roberto D’Amico (FDA)

fotografie: Alessio Fiorini

Consulenza tecnica: Hospitality Project Hotel

Consulenza Marketing & strategy concept: Teamwork Rimini

Terracina LT

 2016 - in corso

progetto: Alessio Fiorini e Roberto D’Amico (FDA)

fotografie: Alessio Fiorini

Consulenza tecnica: Hospitality Project Hotel

Consulenza Marketing & strategy concept: Teamwork Rimini

Terracina LT

 2016 - in corso

progetto: Alessio Fiorini e Roberto D’Amico (FDA)

fotografie: Ettore Maragoni e Alessio Fiorini

Consulenza tecnica: Hospitality Project Hotel

Consulenza Marketing & strategy concept: Teamwork Rimini

** É vietata la redistribuzione e la pubblicazione dei contenuti e immagini non autorizzata espressamente dall’autore.**

FDA|Architetti  Architettura - Interior Design - Hotel Design info@fda-architetti.it - fda-architetti.it Alessio Fiorini p.iva 02531370597 - Roberto D'Amico p.iva 02705820591 - Via Roma 135, 04019 Terracina (LT)  - © 2017

FDA|Architetti Architettura - Interior Design - Hotel Design info@fda-architetti.it - fda-architetti.it Alessio Fiorini p.iva 02531370597 - Roberto D'Amico p.iva 02705820591 -

Via Roma 135, 04019 Terracina (LT)  - © 2017

FDA|Architetti

Architettura - Interior Design - Hotel Design

info@fda-architetti.it - fda-architetti.it

Alessio Fiorini p.iva 02531370597 - Roberto D'Amico p.iva 02705820591 - Via Roma 135, 04019 Terracina (LT)  - © 2017

FDA|Architetti

Architettura - Interior Design - Hotel Design

info@fda-architetti.it - fda-architetti.it

Alessio Fiorini p.iva 02531370597 - Roberto D'Amico p.iva 02705820591 - Via Roma 135, 04019 Terracina (LT)  - © 2017